Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Avvocati cassazionisti ... "estratti a sorte" !!!

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Riporto una e-mail sulla quale invito a meditare.

<<Egregio collega,

ieri sera, mentre ero allo studio, tra l’altro impegnato con un cliente, mi ha chiamato un collega e mi ha detto:

“Lo sai che io e te, pur avendo sostenuto gli esami di avvocato a Catanzaro nella stessa sessione (prove scritte a dicembre 2002 e orali a partire da settembre 2003 fino ad aprile 2004, stante l’alto numero dei candidati, con chiamata in ordine alfabetico a partire dalla lettera estratta a sorte), siamo sottoposti a regimi differenti per quanto riguarda l’iscrizione all’albo dei Cassazionisti? Io (cioè il mio interlocutore), poiché il mio cognome inizia con la lettera “D”, avendo sostenuto e superato l’orale in gennaio 2004, ed essendomi iscritto all’albo prima del 2 febbraio 2004, posso iscrivermi all’albo dei cassazionisti secondo la previgente normativa (vedi art. 22 comma 4 della legge 247/2012); tu invece, siccome il tuo cognome inizia con la "R", sei stato chiamato a sostenere l’orale dopo il 2 febbraio 2004 e quindi, pur essendoti subito dopo iscritto all’albo, non raggiungi il requisito dei dodici anni entro il 2 febbraio 2016 e conseguentemente, a differenza mia, devi sostenere test preselettivi, frequentare corsi e sostenere l’esame di idoneità, se vuoi iscriverti!! Pensa un po’! Tutto ciò solo perché, pur sostenendo l’esame nella stessa sessione (ed essendoci a Catanzaro molti candidati), e seguendo l’ordine alfabetico, io (cioè lui) ho avuto la fortuna di essere convocato all’orale in gennaio e tu hai avuto la sfortuna di essere convocato all’orale dopo il 2 febbraio 2004!!”.

Ti confesso, egregio collega, che la cosa stanotte non mi ha fatto dormire; mi pare assurdo che vi possano essere disparità di questo genere tra candidati che hanno superato l’orale nella stessa sessione di esame e si sono subito dopo iscritti all’albo.

A mio parere l’art. 22 comma 4 della legge 247/2012, nel prevedere che “possono altresì chiedere l'iscrizione (all’albo dei cassazionisti) coloro che maturino i requisiti secondo la previgente normativa entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge (cioè entro la data del 2 febbraio 2016)”, viola palesemente l’art. 3 della Costituzione, in quanto crea una irragionevole e intollerabile disparità di trattamento tra persone che sono state chiamate a sostenere l’orale nella medesima sessione di esame prima o dopo il tempo utile per l’iscrizione all’albo entro il 2 febbraio 2016, e ciò loro malgrado, in quanto l’ordine di chiamata a sostenere l’orale è dipeso unicamente dalla sorte, cioè dalla lettera alfabetica estratta. A mio parere, il vero termine spartiacque, che avrebbe retto meglio al pericolo di incostituzionalità per violazione dell’art. 3 della Costituzione, sarebbe stato il 31 dicembre di un qualunque anno solare (per esempio chi matura il requisito dei dodici anni di iscrizione entro il 31 dicembre 2015 oppure 31 dicembre 2016 può iscriversi secondo la previgente normativa); ciò in quanto pare ovvio che entro il 31 dicembre di dodici anni prima si siano iscritti all’albo solo gli avvocati che hanno superato l’orale entro la sessione di esame terminata nella primavera di quell’anno solare (cioè pare ovvio che entro il 31.12.2004, ad esempio, si sono iscritti all’albo solo gli avvocati che hanno superato l’orale entro la primavera del 2004 e non quelli della sessione di esame iniziata a settembre 2004, che, ragionevolmente (salvo qualche collega con particolarissime esigenze), avranno preferito iscriversi nel nuovo anno per non pagare inutilmente il contributo annuale al Consiglio dell’Ordine per l’intero anno 2004).

Io vorrei assolutamente portare la questione al vaglio del TAR o di un altro Giudice. Se esiste ancora uno Stato di diritto, questa non può passare così !! >>

... e ricorda, per sapere tutto sulla "negoziazione assistita da avvocati" segui www.negoziazione-assistita.it , il sito che vuol fornire (gratuitamente) a tutti gli avvocati gli strumenti per interpretare al meglio il loro nuovo ruolo al tempo della "degiurisdizionalizzazione".

E ancora, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al gruppo aperto "concorrenzaeavvocatura" su facebook (conta già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni...

 

 

Pubblicità


Annunci

Alla mia età avere 48 anni crea problemi (P. Miller)