Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Piena tutela previdenziale anche per i giudici di pace

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Comunicato Stampa di Cassa Forense, pubblicato il l'8-5-2015:
"PIENA TUTELA PREVIDENZIALE ANCHE PER I GIUDICI DI PACE
Il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense, nella seduta del 16 aprile, ha adottato una delibera prevista dall'art. 1 comma 5 del regolamento di attuazione dell'art. 21 l. 247/2012, per la contribuzione dovuta dagli iscritti in un albo professionale che svolgano anche funzioni di giudice di pace.
Si è stabilito che, a decorrere dall'anno 2014 (Modello 5/2015):
a. ai fini della determinazione del contributo soggettivo dovuto, il reddito da lavoro autonomo venga sommato alle indennità percepite con l'esercizio della funzione onoraria, fermo in ogni caso l'obbligo a corrispondere il contributo minimo soggettivo con le modalità e nella misura prevista dal regolamento per tutti gli altri iscritti;
b. ai fini della determinazione del contributo integrativo dovuto, sia da considerare unicamente il volume d'affari derivante dalla professione forense, fermo in ogni caso l'obbligo a corrispondere il contributo minimo integrativo con le modalità e nella misura prevista dal regolamento per tutti gli altri iscritti.
"La delibera adottata consente di dare effettiva esecuzione alla previsione contenuta nel regolamento di attuazione dell'art. 21, l. 247/2012, tesa a riconoscere copertura previdenziale e assistenziale ad una importante categoria di professionisti che svolge anche funzioni di magistratura onoraria e che, in precedenza, era esclusa da ogni forma di tutela pensionistica" ha commentato il Presidente Nunzio Luciano a chiusura della seduta.
8 maggio 2015
" FINE DEL COMUNICATO STAMPA

SECONDO ME V'E' IRRAGIONEVOLEZZA E VIOLAZIONE DEL PRINCIPIO DI PARI TRATTAMENTO DI SITUAZIONI ANALOGHE DELLA LEGGE CHE RISERVA BEN DIVERSO TRATTAMENTO A QUELLA PARTICOLARE CATEGORIA DI AVVOCATI PART TIME CHE E' LA CATEGORIA DEGLI IMPIEGATI PUBBLICI A PART TIME RIDOTTO CHE NON SONO GIUDICI DI PACE.

Si confronti l'art. 21 comma 9 e 10 della l. 247/2012 con la legge che (secondo Cassa Forense) ha consentito al Comitato dei delegati di introdurre l'esclusione della restituibilità dei contributi per coloro (tra i detti impiegati pubblici non giudici di pace) che non hanno utilmente versato contributi per almeno 5 anni a Cassa Forense. 

Recita l'art. 21, comma 9, della l. 247/12: "La Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense, con proprio regolamento, determina, entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge, i minimi contributivi dovuti nel caso di soggetti iscritti senza il raggiungimento di parametri reddituali, eventuali condizioni temporanee di esenzione o di diminuzione di contributi per soggetti in particolari condizioni e l'eventuale applicazione del regime contributivo."

Recita il comma 10: "Non è ammessa l'iscrizione ad alcuna altra forma di previdenza se non su base volontaria e non alternativa alla Cassa di Previdenza e assistenza forense".

IN SINTESI ALL'AVVOCATO-GIUDICE DI PACE E' CONSENTITO BENEFICIARE DI UNA FORMA DI PREVIDENZA FORENSE MOLTO AGEVOLATA MENTRE ALL'EX AVVOCATO PART TIME CHE NON VERSO' PER ALMENO 5 ANNI A CASSA FORENSE NEPPURE SI RESTITUISCE IL VERSATO. 

... e ricorda, per sapere tutto sulla "negoziazione assistita da avvocati" segui www.negoziazione-assistita.it , il sito che vuol fornire (gratuitamente) a tutti gli avvocati gli strumenti per interpretare al meglio il loro nuovo ruolo al tempo della "degiurisdizionalizzazione".

E ancora, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto "concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni..

 

Pubblicità


Annunci

I due difetti della nostra età sono la mancanza di principi e la mancanza di profilo (O. Wilde)