Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Le regole delle corporazioni non possono impedire l'applicazione del Trattato U.E.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

(da www.servizi-legali.it )

L’Avvocato Generale della Corte di giustizia, Villalòn, il 31/1/2013 ha depositato le sue conclusioni nella causa C-475/11. Vi si legge al punto 37 e alle relative note:
"37. In primo luogo, va sottolineato che il fatto che il contesto normativo nazionale sia frutto dell’autoregolamentazione corporativa voluta da un Ordine professionale non impedisce in alcun modo l’applicazione delle norme del Trattato relative alle libertà. Infatti, così come ha giudicato ripetutamente la Corte di giustizia, le libertà di circolazione si impongono anche «alle normative di natura non pubblica dirette a disciplinare collettivamente il lavoro autonomo e la prestazione di servizi» (9). Per contro, l’abolizione fra gli Stati membri degli ostacoli alla libera circolazione delle persone e alla libera prestazione dei servizi sarebbe compromessa se l’abolizione delle limitazioni stabilite da norme statali potesse essere neutralizzata da ostacoli derivanti dall’esercizio dell’autonomia giuridica di associazioni ed enti di natura non pubblicistica (10).

NOTE 9 E 10: Vedi, fra tante, le sentenze del 12 dicembre 1974, Walrave e Koch (36/74, Racc. pag. 1405, punto 17); del 14 luglio 1976, Donà (13/76, Racc. pag. 1333, punto 17); Bosman, cit., punto 82; dell’11 aprile 2000, Deliège (C 51/96 e C 191/97, Racc. pag. I 2549, punto 47); del 6 giugno 2000, Angonese (C 281/98, Racc. pag. I 4139, punto 31); del 19 febbraio 2002, Wouters e a. (C 309/99, Racc. pag. I 1577, punto 120), e dell’11 dicembre 2007, International Transport Workers’ Federation e Finnish Seamen’s Union, denominata «Viking Line» (C 438/05, Racc. pag. I 10779, punto 33)."

 

RICORDARSELO nell'adottare i regolamenti del CNF attuativi della legge di riforma forense

 

... e ricorda, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto"concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni ! ...

 

 

Pubblicità


Annunci

La società perdona spesso al delinquente, non perdona mai al sognatore (O. Wilde)