Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Sentenza del CNF di aprile 2013 sull'obbligo di astensione del consigliere COA

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

(da www.servizi-legali.it )

Il consigliere che abbia difeso una controparte dell’incolpato non ha perciostesso l’obbligo di astenersi. Non costituisce causa di astensione o ricusazione (artt. 51 e 52 cpc) la mera circostanza che il Consigliere dell’Ordine assista, in giudizi civili o penali, soggetti aventi posizioni processuali contrapposte a quelle di persone patrocinate dall’incolpato.
Consiglio Nazionale Forense (Pres. Alpa, Rel. Salazar), sentenza del 10 aprile 2013, n. 49.

Si legge in sentenza: "Con il quarto motivo la ricorrente deduce la nullità delle deliberazioni adottate nelle sedute del 7.4.2011 e del 12.4.2011 per avere alle stesse partecipato il Consigliere avv. C., che avrebbe dovuto astenersi. Il motivo riguarda le deliberazioni del 7.4.2011 e del 12.4.2011, non impugnate, ed è quindi inammissibile. In ogni caso le determinazioni assunte dal COA in merito alle istanze di astensione e di ricusazione sono corrette. Ed invero: a) Quanto all'astensione, non esisteva alcuna delle ipotesi indicate nell'art. 51 cpc, atteso che nessun conflitto personale degli avv.ti F. B. O. e P. C. con l'incolpata era ravvisabile nella circostanza che gli stessi avessero patrocinato soggetti aventi posizioni processuali contrapposte a quelle di persone patrocinate (in giudizi civili o penali) dall'avv.S.; b) L'istanza di ricusazione è stata dichiarata inammissibile perchè non tempestivamente proposta, oltre che priva di motivi specifici. Alla seduta del 3.5.2011, e alla deliberazione nella stessa assunta, con la quale è stata inflitta all'avv. F.S. la sanzione disciplinare della sospensione, l'avv. C. non ha partecipato ed è pertanto da escludere in radice che egli abbia contribuito alla formazione della volontà del Consiglio dell'Ordine espressa in tale seduta."

... e per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto "concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni ! ...

 

Pubblicità


Annunci

Gli uomini sono tanto vili. Oltraggiano tutte le leggi del mondo ed hanno paura della sua lingua (O. Wilde)