Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Tribunale Padova 17/1/13 su trasformazione del part time del dipendente pubblico in full time

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

(da www.servizi-legali.it )

Il Tribunale di Padova, decidendo un ricorso ex art. 700 cpc con cui ci si opponeva a provvedimento della pubblica amministrazione di trasformazione del rapporto a part time in un rapporto full time (ex art. 16 l. 183/2010), ha statuito che "In generale non può non convenirsi sul fatto che la trasformazione di un rapporto part time in rapporto a tempo pieno incide sulla organizzazione della giornata e sulle relazioni familiari e sociali.
Se però ci si limitasse a tale considerazione, dovrebbe concludersi per l’esistenza di un periculum in re ipsa.
Perché il periculum diventi giuridicamente rilevante, occorre allora qualcosa di più, e cioè l’allegazione di circostanze specifiche che facciano ritenere probabile, se non certo, un pregiudizio imminente e irreparabile.
Tale non sembra essere il pericolo connesso alla condizione di madre di tre figli già in età adolescenziale, e quindi già in grado di provvedere a sé stessi, considerato anche che l’orario pieno è di 36 ore settimanali".

C'è da scommettere che nella fase di merito sarà approfondita l'evidente incostituzionalità d'una norma che si ritenesse conferire alla pubblica amministrazione il potere di incidere sulla libertà del lavoratore.

LEGGI DI SEGUITO LA DECISIONE DEL TRIBUNALE DI PADOVA IN SEDE CAUTELARE ...

 

... e ricorda, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto"concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni).  Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni ! ...

TRIBUNALE DI PADOVA
SEZIONE 1° CIV. – CONTROVERSIE DEL LAVORO
Il Giudice,
nel procedimento n. .../12 reg. gen. lav.
Introdotto da:
M.M. (Avv. M.G. D.M.)
Nei confronti di:
Azienda Ospedaliera di Padova (Avv. M.G. C., L. P.)
Ha emesso la seguente
ORDINANZA
rilevato che:
la ricorrente, a fronte dell’esercizio da parte dell’amministrazione resistente della facoltà riconosciuta dall’art. 16 l. 183/10, ha chiesto che si ordini alla stessa di proseguire nel rapporto a tempo parziale in essere.
Il ricorso non può essere accolto per difetto di periculum.
In generale non può non convenirsi sul fatto che la trasformazione di un rapporto part time in rapporto a tempo pieno incide sulla organizzazione della giornata e sulle relazioni familiari e sociali.
Se però ci si limitasse a tale considerazione, dovrebbe concludersi per l’esistenza di un periculum in re ipsa.
Perché il periculum diventi giuridicamente rilevante, occorre allora qualcosa di più, e cioè l’allegazione di circostanze specifiche che facciano ritenere probabile, se non certo, un pregiudizio imminente e irreparabile.
Tale non sembra essere il pericolo connesso alla condizione di madre di tre figli già in età adolescenziale, e quindi già in grado di provvedere a sé stessi, considerato anche che l’orario pieno è di 36 ore settimanali.

Si ritiene di compensare le spese di causa.
p.q.m.
rigetta il ricorso;
compensa le spese di causa.
In Padova, lì 17.01.13
Il G.i.

 

 

Pubblicità


Annunci

La vita  ci fa pagare troppo care le sue merci, ed acquistiamo il più meschino dei suoi segreti a un prezzo mostruoso ed infinito (O. Wilde)