Recupero di somme non dovute da parte della Pubblica amministrazione: "al lordo" o "al netto"?

Giovedì 14 Gennaio 2016 12:10 avv. Maurizio Perelli Diritto del pubblico impiego - Ruolo a esaurimento
Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 5010 del 3/11/2015, ricorda che: "Costituisce jus receptum che l’Amministrazione, nel procedere al recupero delle somme indebitamente erogate ai propri dipendenti, deve eseguire detto recupero al netto delle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali; non può invece pretendere di ripetere le somme al lordo delle ritenute fiscali (e previdenziali e assistenziali), allorché le stesse non siano mai entrate nella sfera patrimoniale del dipendente (cfr. Cons. Stato, sez. III, 4 luglio 2011, nr. 3984; id., sez. VI, 2 marzo 2009 nr. 1164)."

... e ricorda, per sapere tutto sulla "negoziazione assistita da avvocati" segui www.negoziazione-assistita.it , il sito che vuol fornire (gratuitamente) a tutti gli avvocati gli strumenti per interpretare al meglio il loro nuovo ruolo al tempo della "degiurisdizionalizzazione".

 

E per tutelare meglio il tuo lavoro da avvocato aderisci al gruppo aperto "concorrenzaeavvocatura" su facebook (conta già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni...

Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Gennaio 2016 12:26