Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

PIÙ CONCORRENZA - PIÙ CRESCITA: UN CONVEGNO NELLA SEDE ANTITRUST

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

COMUNICATO DAL SITO DELL'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

"PIÙ CONCORRENZA - PIÙ CRESCITA: UN CONVEGNO NELLA SEDE ANTITRUST

Più concorrenza, più crescita. Si sono ritrovati tutti d’accordo su questa conclusione i partecipanti al Convegno su “La nuova legge sulla concorrenza: problemi e prospettive”, organizzato dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università la Sapienza e dall’Antitrust, presso l’Auditorium dell’Agcm a Roma. Insieme al presidente dell’Autorità, Giovanni Pitruzzella, sono intervenuti il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi; il Direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci; i professori Marco D’Alberti (Ordinario di Diritto amministrativo alla Sapienza) e Mario Sebastiani (Ordinario di Economia politica all’Università di Tor Vergata). Il dibattito è stato moderato da Federico Fubini, editorialista economico del quotidiano la Repubblica.

Aprendo i lavori e salutando gli ospiti, il presidente Pitruzzella ha detto che il disegno di legge sulla concorrenza, predisposto da questo governo per la prima volta dal 2009, rappresenta “un ottimo punto di partenza” per favorire la ripresa e la crescita del Paese. “I suggerimenti dell’Antitrust – ha sottolineato - sono stati recepiti e migliorati: questa è una tappa fondamentale nel processo di apertura dei mercati, senza essere un libro dei sogni”. E ha aggiunto: “Ora tocca al Parlamento aprire un grande dibattito per fare il punto sul mercato e sul capitalismo in Italia”.

Il ministro Guidi, dopo aver dato atto all’Antitrust della “incisività e precisione delle sue Segnalazioni al Parlamento”, ha osservato che il ddl sulla concorrenza corrisponde alla necessità di introdurre riforme strutturali nel mercato, oltre che a un obbligo di legge. Tre le linee-guida indicate dal ministro dello Sviluppo economico: “Favorire la domanda e tutelare i consumatori, attraverso una maggiore informazione e trasparenza; sostenere l’offerta, superando le ‘aree chiuse’ dei servizi e rispondere a logiche di mercato; segnare una discontinuità positiva e alimentare l’innovazione”. Da qui, partono “il confronto e la sfida in Parlamento” per integrare e migliorare ulteriormente il provvedimento. “Con il collegamento del disegno di legge al Documento di Economia e Finanza – ha assicurato infine il ministro Guidi – i tempi di approvazione saranno rapidi”.

Nel corso del dibattito, anche gli altri relatori hanno convenuto sulla necessità di una legge annuale sulla concorrenza, in modo da adeguare gli strumenti normativi all’evoluzione continua del mercato. Nel suo intervento, il professor D’Alberti ha sottolineato l’importanza di “misure settoriali e trasversali”, auspicando modifiche al ddl: per esempio, sui servizi postali (“Va superata l’esclusiva a Poste Italiane”) e sul settore professionale dei notai (“Il notaio è terzo, l’avvocato no”). Mentre il professor Sebastiani ha insistito in particolare sull’opportunità di “coniugare pluralismo ed efficienza”, a cominciare dai servizi pubblici locali e dalle aziende municipalizzate. In conclusione, è toccato a Marcella Panucci esprimere l’apprezzamento complessivo di Confindustria sul disegno di legge presentato dal governo, condividendo l’introduzione delle società di capitali in alcuni servizi professionali (come quello delle farmacie) e manifestando dubbi invece sulle nuove norme che riguardano i trasferimenti immobiliari (soprattutto in ordine all’ambito territoriale delle  competenze).

Roma, 29 aprile 2015" FINE DEL COMUNICATO

... e ricorda, per sapere tutto sulla "negoziazione assistita da avvocati" segui www.negoziazione-assistita.it , il sito che vuol fornire (gratuitamente) a tutti gli avvocati gli strumenti per interpretare al meglio il loro nuovo ruolo al tempo della "degiurisdizionalizzazione".

E ancora, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto "concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni...

 

Pubblicità


Annunci

Oggigiorno tutti hanno spirito. Dovunque si va, non si può fare a meno di incontrare persone intelligenti. E' divenuta una vera peste (O. Wilde)