Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Maximulta al Consiglio Nazionale Forense dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

PAGA LA CORPORAZIONE NEL SUO INSIEME, QUELLA STESSA CHE TROVA NEL C.N.F. IL SUO RAPPRESENTANTE MASSIMO (LEGISLATORE DI SETTORE, AMMINISTRATORE E GIUDICE).

Chi è causa del suo mal pianga se stesso !!!!!!

E' quasi di un milione di euro la sanzione irrogata dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato al Consiglio Nazionale Forense (provvedimento 25868 del 10/2/2016) per non aver revocato il contenuto del suo precedente parere n. 48/2012, già ritenuto limitativo della libertà degli avvocati nella determinazione della propria condotta sul mercato. L'Antitrust ha ritenuto che con delibera del 23/10/2015 il CNF avrebbe sostanzialmente ribadito i principi informatori un suo precedente parere n. 48/2012.

In particolare l'Antitrust ha deliberato:
"a) che il comportamento del Consiglio Nazionale Forense, consistente nel non avere posto termine all’infrazione dell’art. 101 del TFUE accertata con riferimento al parere n. 48/2012, integra la violazione di cui all’articolo 15, comma 2, della legge n. 287/90 per inottemperanza al provvedimento n. 25154 del 22 ottobre 2014;
b) che, per tale comportamento, venga comminata al Consiglio Nazionale Forense una sanzione amministrativa pecuniaria di 912.536,40 € (novecentododicimilacinquecentotrentasei euro e quaranta centesimi)."

... e ricorda, per sapere tutto sulla "negoziazione assistita da avvocati" segui www.negoziazione-assistita.it , il sito che vuol fornire (gratuitamente) a tutti gli avvocati gli strumenti per interpretare al meglio il loro nuovo ruolo al tempo della "degiurisdizionalizzazione".

E ancora, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci al gruppo aperto "concorrenzaeavvocatura" su facebook (conta già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni...

 

Pubblicità


Annunci

L'esperienza è il risultato di un istinto per la vita (O. Wilde)