Avvocati Part Time

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cassazione Lavoro 5270 del 7/2/13 su notai e attività commerciale incompatibile

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

(da www.servizi-legali.it )

Interessante la sentenza 5270/13, del 7 febbraio 2013, della Sezione Lavoro della Cassazione in tema di incompatibilità tra professione di notaio e esercizio del commercio. Scrive tra l'altro la Cassazione: "...la responsabilità per aver dato causa ad un'inammissibile interferenza tra professione ed affari non involge necessariamente la violazione del decoro e del prestigio della professione notarile, che non è in re ipsa in qualsiasi fattispecie disciplinarmente rilevante, ma richiede che in concreto le modalità della condotta abbiano provocato riflessi negativi per l'intera categoria".

E più oltre: "Inoltre è corretto che la violazione del dovere di imparzialità, conseguente all'utilizzo di procacciatori d'affari, non poteva attribuirsi al notaio incolpato proprio perchè egli aveva attraverso la sua società "...", totalmente identificata con l'incolpato, dato vita ad un soggetto procacciatore di affari, ma rispetto al quale l'incolpato non poteva porsi come terzo o cliente. In altri termini  non si può attribuire al notaio incolpato l'addebito di essersi rivolto a se medesimo per procacciarsi affari".

... e ricorda, per far meglio valere il tuo diritto al libero lavoro intellettuale, aderisci e invita altri ad aderire al social network www.concorrenzaeavvocatura.ning.com e aderisci al gruppo aperto"concorrenzaeavvocatura" su facebook (contano già centinaia di adesioni). Unisciti ai tanti che rivendicano una vera libertà di lavoro intellettuale per gli outsiders e, finalmente, il superamento del corporativismo nelle professioni ! ...

 

 

Pubblicità


Annunci

Le domande non sono mai indiscrete: a volte lo sono le risposte (O. Wilde)